Articoli taggati :

monolithic

LA NUOVA TECONOLOGIA MILLENIUM MONOLITHIC FA DOPPIETTA ALLA ROLEX MIDDLE SEA RACE CON MASCALZONE LATINO E CIPPA LIPPA 8

1024 1024 Millenium Tech

Una lunga attesa quella per i risultati ufficiali della 37ma Rolex Middle Sea Race. Un’edizione spettacolare, che ha visto trionfare Mascalzone Latino e Cippa Lippa 8, due imbarcazioni invelate Millenium Monolithic, l’unico brevetto al mondo che consente la realizzazione di vele in un solo pezzo in spread fibers

Malta, 27 ottobre 2016. Come preannunciato i due Cookson 50 italiani, Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato e Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci, hanno dato spettacolo alla Rolex Middle Sea Race 2016. Mascalzone Latino si aggiudica la Rolex Middle Sea Race, con una rivincita rispetto allo scorso anno quando aveva sfiorato la vittoria per soli 9 secondi, mentre Cippa Lippa 8 si posiziona secondo in IRC overall e primo in ORC overall.
Tra le altre imbarcazioni invelate Millenium buoni risultati anche per Scricca, terza in Classe 6 IRC  e seconda in Classe 6 ORC, e Lunz Am Meer, seconda in Classe 3 ORC.

I MASCALZONI
Una regata velocissima per i ragazzi di Mascalzone Latino, che hanno concluso la gara dopo 3 giorni, 3 ore, 8 minuti e 3 secondi, al quinto posto in tempo reale. Un ottimo tempo considerate anche le condizioni di vento leggero ma soprattutto il fatto che ha lasciato il vuoto dietro di sé.

È stata una bellissima regata” commenta Marco Savelli, allenatore e responsabile programma vele di Mascalzone Latino oltre che sails’ performance specialist e responsabile del progetto Monolithic presso il Millenium Technology Center, “siamo molto contenti della velocità della barca e di come ha lavorato il team. Abbiamo cambiato le vele di prua circa 20 volte per sfruttare tutti i cambiamenti del vento, senza alcun intoppo. Il genoa medio Millenium Monolithic è stato usato con oltre 25 nodi di reale.

La flotta IRC contava ben 94 partenti e i Mascalzoni hanno battuto barche molto più lunghe anche in tempo reale, ad esempio il Botin 65 “Caro” di Maximilian Klink. L’arrivo in banchina era avvenuto già due giorni fa ma è stato necessario attendere ieri pomeriggio per accertarsi dell’impossibilità di essere superati all’ultimo dagli avversari più temibili di questa regata, Artie e Foggy Dew, due imbarcazioni di Classe 5 e 6.

Il team
A bordo del Cookson 50 di Vincenzo Onorato, assente per impegni di lavoro, velisti di altissima caratura che, come tattici o navigatori, hanno già fatto parte di Mascalzone Latino in momenti molto importanti della sua storia. L’afterguard: Marco e Matteo Savelli, Adrian Stead, Lorenzo Bressani, Branko Brcin e Ian Moore. Completano l’equipaggio: Leonardo Chiarugi, Andrea Ballico, Pierluigi De Felice, Daniele Fiaschi, Stefano Ciampalini e Davide Scarpa.

CIPPA LIPPA 8
Dopo una stagione piena di soddisfazioni (ricordiamo ad esempio la 151 Miglia e la Tre Golfi), il Cookson 50 di Guido Paolo Gamucci si aggiudica il primo posto in ORC overall e il secondo posto in IRC. Il commento di Matteo Holm, sails’ performance specialist del Millenium Technology Center a bordo di Cippa Lippa 8:

È stata una regata molto difficile. Nella prima metà, molto complessa, abbiamo fatto moltissimi cambi usando praticamente tutto il set di vele, mentre nella seconda metà, tutta di bolina con vento fino a 25 nodi, siamo stati dei missili usando randa e fiocco pesante Millenium Monolithic. Monolithic mi ha impressionato, si è ancora una volta confermato un prodotto veloce e affidabile. Siamo molto contenti di questo successo, arrivato alla fine di un’ottima stagione!

Il team
Oltre all’armatore Guido Paolo Gamucci fanno parte dell’equipaggio: Francesco Diddi (skipper), Matteo Holm, Roberto Spata, Andrea Caracci, Carlo Simoncelli, Massimo Segnini, Andrea Venezian, Giuseppe Incatasciato, Lorenzo Garosi, Gian Grasso, Davide Rosa e Nicola Stedile.

TUTTI I VINCITORI
Line Honours a Rambler 88 di George David (2 giorni, 14 ore, 3 minuti e 26 secondi) per i monoscafi mentre a tagliare per primo la linea di traguardo tra i multiscafi è Maserati di Giovanni Soldini, che batte Phaedo3 di Lloyd Thornburg, complice un incredibile errore di percorso di Phaedo3 che ha girato l’isola di Linosa invece che quella di Lampedusa. Maserati ha battuto anche il record di percorrenza dei multiscafi appartenente a Phaedo3, impiegando 2 giorni 1 ora 25 minuti e 1 secondo.

Un banco di prova importante anche per il Millenium Technology Center, che conferma la resistenza e l’alta performance di Millenium Monolithic.
Lo staff del Polo tecnologico si complimenta e ringrazia gli armatori e gli equipaggi per gli eccezionali risultati.

Ph. Rolex/Kurt Arrigo

PALERMO-MONECARLO 2016: VITTORIA ASSOLUTA PER SCRICCA

960 640 Millenium Tech

Dopo l’eccezionale vittoria alla Giraglia Rolex Cup 2016, arriva un altro successo per Scricca, che si aggiudica il “Trofeo Angelo Randazzo” per la vittoria assoluta nella classe più numerosa (ORC) alla 12° edizione della Palermo-Montecarlo.

Un’edizione insolita, caratterizzata da ariette estive, ma anche da una burrasca (nella seconda notte di navigazione) che ha decisamente lasciato il segno tra i partecipanti. Il Comet 38 S di Leonardo Servi, con un full set di vele Millenium Carbon e Millenium Monolithic, ha affrontato una regata dura, tutta di bolina. Con 400 miglia di bolina, lo shape-holding e rigidità della tecnologia Monolithic hanno fatto la differenza.
L’equipaggio: il navigatore Franco “Ciccio” Manzoli, Matteo Teglia, Ivan Scimonelli, Claudio Arborea, Giuseppe Filippis, Roberto Innamorato e Marco Attanasio.

A seguire Scricca, Lunatika (Sun Fast 3600) e Be Wild (Swan 42) nell’ordine. Rambler, 1° in reale, si è aggiudicato invece il “Trofeo Tasca d’Almerita”.

La regata ha preso il via domenica scorsa dalle acque del Golfo di Mondello, sede del Circolo della Vela Sicilia, organizzatore della manifestazione insieme allo Yacht Club de Monaco, e in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda. Le barche iscritte in questa edizione sono 57, in rappresentanza di 11 paesi (Italia, USA, Francia, Monaco, Germania, Spagna, UK, Malta, Turchia, Russia e Ungheria).
La Palermo-Montecarlo fa parte del Campionato Italiano offshore della FIV e contribuisce ad assegnarne il titolo. Inoltre, da un anno è stata inserita nel calendario dell’IMA (International Maxi Association) e pertanto è inclusa nel circuito offshore per i grandi Maxi yacht, di cui fanno parte anche la Rolex Middle Sea Race, la Volcano Race 2016 e la Giraglia Rolex Cup.

Il Millenium Technology Center si complimenta e ringrazia l’armatore e l’equipaggio che hanno determinato questo eccezionale risultato.

Per maggiori informazioni: Palermo-Montecarlo

Ph. Andrea Carloni / CVS

Millenium high performance sails | Video

852 394 Millenium Tech

Video girato in occasione dei Solaris Days 2016 (2-8 Giugno, Porto Rotondo).

Credits: Mattia Holm & DRONEProject Srl

GRANDE VITTORIA PER SCRICCA ALLA GIRAGLIA ROLEX CUP 2016

960 640 Millenium Tech

Scricca, Comet 38 S di Leonardo Servi (ITA31041) vince la 64° edizione della Giraglia Rolex Cup 2016, classificandosi 1° in Overall ORC e aggiudicandosi il Trofeo Challenge Nucci Novi. Le condizioni meteo sono state molto impegnative, con venti molto deboli che hanno rallentato l’avvicinamento alla Corsica mentre nel corso della notte del 16 giugno il vento da sudovest ha raggiunto un’intensità tra i 30 e i 35 nodi, accompagnato da un’onda molto formata. Scricca è equipaggiata con un full set di vele Millenium Carbon e Millenium Monolithic, con un piano velico studiato insieme all’armatore per avere le migliori coperture su tutte le andature.

Grande soddisfazione per un successo nella regata internazionale tra le più prestigiose del circuito offshore. La scelta di estremizzare la nostra rotta verso sud per agganciare un campo di pressione maggiore ha pagato, siamo risaliti lungo la Corsica e abbiamo girato lo scoglio della Giraglia in 12 posizione in tempo reale. Durante il lasco verso Genova, con vento fino a 36 nodi e onda molto formata, abbiamo difeso il vantaggio e di questo devo ringraziare il mio fantastico equipaggio formato da velisti di grande esperienza. Il Bluone Sailing Team ha lavorato duro da Dicembre per preparare questa stagione con Scricca, il Comet 38S che ho acquistato e li voglio ringraziare di cuore: Franco Manzoli, Matteo Teglia, Claudio Arborea, Giuseppe Filippis, Roberto Innamorato, Ivan Scimonelli, Marco Attanasio, Amedeo Barbara, Niko Mascoli”, il commento di Leonardo Servi.

Eccellenti risultati anche per le altre imbarcazioni invelate Millenium, tra cui Muzyca 2, X 442 di Simone Taiuti (ITA14013), 8° in ORC Overall e Controcorrente, l’XP 33 di Luigi Buzzi (ITA3300), all’11° posto in ORC Overall e 1° nella classifica combinata in Classe ORC Gruppo B.

La premiazione finale della regata si svolgerà oggi sabato 18 giugno allo Yacht Club Italiano a Genova.

Lo staff del Millenium Technology Center si complimenta e ringrazia gli amatori e gli equipaggi che hanno determinato questi risultati.

La Giraglia Rolex Cup organizzata dallo Yacht Club Italiano, con la collaborazione dello Yacht Club de France, della Société Nautique de St. Tropez, dello Yacht Club Sanremo e con la partnership di Rolex. Questa edizione ha visto un record nelle iscrizioni, con 302 imbarcazioni preiscritte.

Per maggiori informazioni: Yacht Club Italiano

Ph. Studio Borlenghi

La rivoluzione Monolithic

742 1024 Millenium Tech

Le vele “monolitiche” stanno segnando una vera e propria rivoluzione. Dopo due anni di Ricerca e Sviluppo e tre di sails trials, da gennaio il Millenium Technology Center ha avviato la commercializzazione di Monolithic, con grande impatto sul mercato.

Monolithic rappresenta infatti la più avanzata tecnologia per la costruzione di vele attualmente presente sul mercato mondiale. Il nome “Monolithic” deriva da monolite, poiché la membrana è resistente e costruita interamente in un unico stampo, come un monolite. Le fibre usate, senza giunzioni, vengono sprettate in modo da costituire strati finissimi impregnati di adesivo bicomponente, che rendono la membrana resistente e leggera. Il procedimento avviene interamente negli stabilimenti di Firenze con macchinari ad altissima tecnologia. Il risultato è una vela che garantisce la massima performance sia in regata che in crociera, perché leggera, morbida e in grado di mantenere perfettamente la forma anche nelle condizioni più dure.

Come già dimostrato da Mascalzone Latino in occasione della scorsa Middle Sea Race, gli ultimi sails trials hanno confermato le qualità di Monolithic: le vele mantengono perfettamente la forma di progettazione, grazie all’efficienza delle fibre che lavorano al 100% al sostegno dei carichi. Sono tre le imbarcazioni testate nelle ultime due settimane: Cookson 50 di Mascalzone Latino, Solaris 60 Terrasavia e il Vismara V62 Mills YORU, con giochi di vele completi. L’efficienza produttiva ha consentito la consegna in 15 giorni lavorativi, con successiva prova in mare.

Il dettaglio dei pesi delle vele:

VISMARA V62 Mills YORU:
– RANDA             70 kgs
– JIB ROLLER     45 kgs

SOLARIS 60 Terrasavia
– RANDA            78 kgs
– JIB ROLLER    46 kgs

Cookson 50 Mascalzone Latino
– RANDA           50 kgs
– JIB 1                 28 kgs
– JIB 2                32 kgs
– JIB 3                31 kgs

“Gli ultimi sails trials hanno confermato e superato ogni nostra aspettativa. La vela rigida trasforma in energia propulsiva i carichi ai quali è sottoposta in modo più efficiente di una vela deformabile, rendendo la barca più veloce, con vantaggi evidenti anche in crociera. In altre parole Monolithic è più morbida, leggera e performante di qualsiasi altra vela presente sul mercato. Siamo molto soddisfatti del successo ottenuto dal prodotto: è la prova che la Ricerca & Sviluppo, in cui investiamo da oltre trent’anni, ha un valore fondamentale nel nostro settore e soprattutto per gli armatori.” Marco Holm e Davide Innocenti, managers del Millenium Technology Center, e Marco Savelli, responsabile del progetto Monolithic.

Ph. Andrea Carloni

Testate le vele Monolithic del nuovo Vismara V62 Mills YORU

1012 539 Millenium Tech

7 Giugno 2016, Viareggio. Si è svolto ieri il primo test in acqua del Vismara V62_02 Mills YORU, progettato e realizzato dal cantiere viareggino e varato lo scorso 21 Maggio. Il nuovo Vismara V62 rappresenta il massimo in termini di qualità costruttiva, con scafo, coperta e paratie costruiti interamente utilizzando tessuti unidirezionali e biassiali impregnati sottovuoto in resina epossidica. Il progetto, sviluppato in collaborazione con l’irlandese Mills Design, deriva dalla vincente SuperNikka varata lo scorso aprile 2015.

La scelta del piano velico è ricaduta su Millenium Monolithic, facendo del V62 la seconda imbarcazione Vismara invelata con l’innovativa tecnologia dopo il V56 Mills, varato a Marzo. Le vele “monolitiche” sono in carbonio a fibre sprettate, costruite nella struttura di Firenze grazie ad appositi macchinari, che consentono la realizzazione di vele in un pezzo unico senza limiti di dimensione. Il test in acqua ne ha confermato tutte le qualità: le vele sono performanti, resistenti e leggere.

Per maggiori informazioni: Vismara Marine

CIPPA LIPPA 8 VINCE LA 151 MIGLIA IN ORC OVERALL

1024 579 Millenium Tech

6 Giugno 2016, Punta Ala. Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci trionfa alla settima edizione della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, la regata partita nel pomeriggio di giovedì 2 giugno da Livorno, con 175 barche sulla linea del via. Primo assoluto Overall nel gruppo ORC International, il Cookson 50 si aggiudica il Trofeo challenge insieme a al Maxi Pendragon di Nicola Paoleschi, vincitore della regata in tempo reale. ‬

Un’edizione difficile, con molto vento nella fase iniziale, poi calato, onda corta, molta bolina e passaggi delicati. Matteo Holm del Millenium Technology Center, membro dell’equipaggio e curatore del programma vele del Cippa Lippa 8, commenta così “la regata è stata impegnativa, con l’80% del percorso in bolina tra i 9 e 18 nodi. La vittoria di questa regata è l’ennesima dimostrazione che abbiamo lavorato bene con l’ottimizzazione del piano velico, ma soprattutto che Monolithic fa la differenza. È incredibile quanto sia migliorata la barca in bolina: con queste vele siamo riusciti a trasformare quella che era una barca che si difendeva in bolina e attaccava in poppa in un mezzo che può attaccare e spaccare la regata sempre.”

I nostri più vivi complimenti all’armatore e all’equipaggio, composto da Francesco Diddi, Carlo Simoncelli, Daniele Andreini, Nicola Cimbro Stedile, Davide Rosa, Massimo Segnini, Riccardo Degl’innocenti, Andrea Venezian, Gabriele Bruni e Matteo Holm.

Complimenti anche alle altre imbarcazioni invelate Millenium, tra cui si sono distinte Scricca‬, Comet 38S di Leonardo Servi, secondo in ORC3 (partial inventory Monolithic) e Unpopergioco‬, IY 9.98 di Marco Balicco, terzo in ORC3.

Per vedere tutti i trofei: 151 Miglia

La 151 Miglia-Trofeo Celadrin, che si corre sotto l’egida di FIV, UVAI e World Sailing, è stata organizzata da Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, con la collaborazione di Yacht Club Livorno, Marina di Punta Ala e Porto di Pisa, la partnership del main sponsor Celadrin, Rigoni di Asiago, SLAM e Acqua San Bernardo, il supporto di Marina di Scarlino e il patrocinio di Regione Toscana e dei Comuni di Pisa, Livorno e Castiglione della Pescaia.

151 Miglia 2016_Cippa Lippa 8_1151 Miglia 2016_Cippa Lippa 8_2

La Lunga Bolina – Trofeo Millenium 2016 | Video

715 479 Millenium Tech

Settima edizione de La Lunga Bolina – Trofeo Millenium, primo appuntamento del Trofeo Arcipelago Toscano 2016 (22 – 24 Aprile 2016).
Nel video il Cippa Lippa 8, Cookson 50 con full inventory Millenium / Monolithic e Code 0 Millenium in un pezzo unico, line honours e vincitore del trofeo Millenium.

Uno sguardo alle migliori imbarcazioni del 2016

1000 623 Millenium Tech

Nautique_Cover_Aprile 2016VELA_FEBBRAIO 2016_cover_ICE 52YACHTING WORLD_cover_May 2016

 


Jachting_cover_Marzo 2015
Sail Magazine_cover_July 2015_800x969YACHTING WORLD_cover_August 2015

 

 

 

 

 

 

 

Il Millenium Technology Center continua la sua ricerca verso l’eccellenza nel sailmaking e nel saildesign.
Tra le bellissime copertine uscite nel 2015-2016, su riviste italiane e internazionali, risaltano le imbarcazioni migliori del 2016 al Düsseldorf Boat Show, tutte italiane. E anche le vele sono al 100% Made in Italy, prodotte dal Polo tecnologico Millenium.

Vincitore dell’”European Yacht of the Year 2016” nella categoria Performance Cruiser è il Solaris 50. Uno yacht mirato all’unicità, elegante e sofisticato che rappresenta un progetto ambizioso e innovativo, dopo il successo del 48’. Nella foto è ritratta “ALMAVIDA 2” yacht costruito in vetroresina e carbonio con vele Millenium Twaron, prodotte dal Polo Tecnologico Millenium.

Tra gli altri nominati nella categoria Performance Cruiser altre due imbarcazioni che rappresentano l’eccellenza italiana: Ice 52 e Italia 9.98.
L’Ice 52 è un fast cruiser dedicato agli armatori appassionati e competenti. Con una grande qualità costruttiva e realizzato con materiali innovativi si distingue per prestazioni, comfort di bordo e per la sua elevata marinità, ottimo sia per crociere impegnative che per la partecipazione a regate e competizioni veliche. Nella copertina del Giornale della Vela le vele sono Millenium Monolithic, l’ultima vela nata dal Polo Tecnologico Millenium, costruita con tessuti unidirezionali in microfibra di carbonio 100%.
L’Italia 9.98 è un progetto di sportboat fuoriserie, studiato specificamente per divertenti navigazioni sportive e particolarmente dedicata alle regate a compenso (ORC e IRC) senza precludere la possibilità di essere utilizzata per brevi crociere. Il fattore caratterizzante del concept è stato dunque la ricerca dell’equilibrio tra i vari usi,Fare vela_cover_Agosto 2012 dalle regate a bastone alle regate costiere piuttosto che alle navigazioni cruise. Già l’Italia 13.98 era stata proclamata “European Yacht of the Year 2013” nella categoria Luxury Cruiser, oltre che vincitrice del “Nautical Design Awards 2012”, confermando la continuità nell’eccellenza del Made in Italy (Copertina di “Fare Vela”, Agosto 2012).

Per ulteriori informazioni:
Solaris Yachts
Italia Yachts
Ice Yachts

TESTATE LE NUOVE VELE PER IL CIPPA LIPPA 8

639 424 Millenium Tech

Punta Ala, 2 Aprile 2016. Si è concluso oggi a Punta Ala il test delle nuove vele del Cippa Lippa 8, Cookson 50 di proprietà di Guido Paolo Gamucci.
Negli ultimi 4 anni l’imbarcazione toscana è stata progressivamente modificata e ottimizzata e rappresenta oggi un mezzo altamente competitivo.

Le vele sono state realizzate al 100% dalla struttura di Firenze del Millenium Technlogy Center, utilizzando la tecnologia Millenium Carbon e Monolithic, due brevetti di utilizzo esclusivo dell’azienda fiorentina.
Monolithic è l’innovativa tecnologia che consente di realizzare vele in carbonio in un pezzo unico a fibre sprettate, che garantiscono la massima performance sia in regata che in crociera.
Da quest’anno la ricerca del team del Millenium Technology Center, e in particolare di Matteo Holm che ha seguito l’imbarcazione negli ultimi 4 anni, si è concentrata molto anche sui Gennaker.

Dopo le numerose vittorie degli anni scorsi, il Cookson 50 di Gamucci quest’anno parteciperà alle seguenti regate offshore:
– Roma per tutti (10-17 Aprile)
– Tre golfi (13-21 Maggio)
– 151 Miglia TAT (2-4 Giugno)
– Giraglia (10-18 Giugno)
– Copa del Rey (30 Luglio-6 Agosto, Palma di Maiorca)
– Rolex Middle sea race (22 Ottobre, Malta)

Un gruppo di amici compatto e affiatato, supportato da Roberto Spata alla tattica e da Matteo Holm alle performance, rappresenta la forza di questo team.

Guido Paolo Gamucci, amico della veleria Milenium Technology Center da molti anni, ha commentato così:

“Di Millenium direi che negli ultimi 20 anni di attività di armatore/regatante/crocerista sono stato seguito con esperienza attenzione, dedizione e quasi con affetto da un team che ha sempre dimostrato di dedicarsi alla ricerca della qualità e dell’innovazione a costi competitivi.”

Buona fortuna all’armatore e al suo team per le prossime regate.
Randa Millenium Carbon_Cippa Lippa 8Jib Monolithic_Cippa Lippa 8